sabato 21 aprile 2018

Arthur Schopenhauer: ciascuno è l’eroe del proprio dramma, pur intervenendo al tempo stesso come comparsa nel dramma altrui...

Eduardo Gageiro
[...] ogni volta il destino di un individuo si conforma al destino dell’altro, e ciascuno è l’eroe del proprio dramma, pur intervenendo al tempo stesso come comparsa nel dramma altrui, tutto ciò indubbiamente è qualcosa che supera ogni nostra facoltà di comprensione e può esser pensato come possibile solo per opera della più meravigliosa ‘harmonia praestabilita’.

Da: “Parerga e paralipomena (Tomo Primo)”, di Arthur Schopenhauer

domenica 8 aprile 2018

Zygmunt Bauman: Pascal sostiene che se gli uomini evitano di guardare dentro se stessi e non smettono mai...

Ben Goossens
Pascal sostiene che se gli uomini evitano di guardare dentro se stessi e non smettono mai di correre lo fanno nella vana speranza di sfuggire a un incontro faccia a faccia con la loro condizione, di affrontare cioè la propria totale irrilevanza ogni volta che si rendono conto del carattere infinito dell’universo. Egli li biasima e li rimprovera aspramente. È quella morbosa inclinazione a correre da ogni parte anziché rimanere dove ci si trova la vera colpevole, secondo lui, di ogni infelicità.

In: “L'arte della vita” di Zygmunt Bauman

Giorgio Caproni: Guardateli bene in faccia. Guardateli...

Vincenzo Campi
Guardateli bene in faccia.
Guardateli.

Alla televisione,

magari, in luogo
di guardar la partita.
Son loro, i "governanti".
Le nostre "guide".
I "tutori"
- eletti - della nostra vita.

Guardateli.

Ripugnanti.

Sordidi fautori
dell'"ordine", il limo
del loro animo tinge
di pus la sicumera
dei lineamenti

Sono
(ben messi!) i nostri
illibati Ministri.
Sono i Senatori.
I sinistri
- i provvidi! - Sindacalisti.

"Lottano" per il bene
del paese.
Contro i Terroristi
e la Mafia.

Loro,
che dentro son più tristi
dei più tristi eversori.
Arrampichini.
Arrivisti.

In nome del Popolo (Avanti!
Sempre Avanti!), in perfetta
Unità arraffano
capitali - si fabbricano
ville.

Investono
all'estero, mentre "auspicano"
(Dio, quanto "auspicano")
pace e giustizia.

Loro,
i veri seviziatori
della Giustizia in nome
(sempre, sempre in nome!)
del Dollaro e dell'Oro.

Guardateli, i grandi attori:
i guitti.

Degni
- tutti - dei loro elettori.
-
Proteggono i Valori
(in Borsa!) e le Istituzioni...

Ma cosa si nasconde
dietro le invereconde
Maschere?
Il Male
che dicono di combattere?...

Toglieteceli davanti.
Per sempre.

Tutti quanti.


"Show" di Giorgio Caproni

Murakami Haruki: Ci sono persone così, persone dotate di un meraviglioso talento...

Ben Goossens
Ci sono persone così, persone dotate di un meraviglioso talento ma che, non riuscendo a compiere lo sforzo necessario per dargli una forma, finiscono col dissiparlo.

Da “Norwegian wood Tokyo blues” di Murakami Haruki

domenica 1 aprile 2018

Marguerite Yourcenar : Continuamente tu rimesti, spingi, e reprimi il flusso di immagini, di istinti, di sensazioni che costituiscono il tuo l'universo...

Matthias Stom
Continuamente tu rimesti, spingi, e reprimi il flusso di immagini, di istinti, di sensazioni che costituiscono il tuo l'universo. E come te, malgrado tante evidenze contrarie, io non immagino l'infinito se non concentrico al mio cuore.

Da "Pellegrina e straniera" di Marguerite Yourcenar

sabato 31 marzo 2018

Giovanni Pozzi: Viviamo in un’epoca in cui il silenzio è stato bandito...

Michelangelo Buonarroti
Viviamo in un’epoca in cui il silenzio è stato bandito. Il mondo è oppresso da una pesante cappa di parole, suoni e rumori. Credevano i babilonesi che gli dèi avessero inviato sulla terra il diluvio perché infastiditi dal chiacchiericcio degli uomini.

In: "Tacet", di Giovanni Pozzi

Marguerite Yourcenar: Noi abbiamo una sola vita...

Caspar David Friedrich
Noi abbiamo una sola vita: se anche avessi fortuna, se anche raggiungessi la gloria, di certo sentirei di aver perduto la mia, se per un solo giorno smettessi di contemplare l'universo.

Da "Pellegrina e straniera" di Marguerite Yourcenar