domenica 6 agosto 2017

Marcel Proust: Un uomo che dorme tiene in cerchio intorno a sé il filo delle ore...


Albert Anker
Un uomo che dorme tiene in cerchio intorno a sé il filo delle ore, l'ordine degli anni e dei mondi. Svegliandosi, li consulta istintivamente e vi legge in un attimo il punto della terra che occupa, il tempo che è trascorso fino al suo risveglio; ma i loro cicli possono confondersi, spezzarsi.

In: "Alla ricerca del tempo perduto, volume primo (Dalla parte di Swann)", di Marcel Proust